Avost al Sambuc - Eventi, cultura e storia al Centro di Documentazione Valle Stura
05/08/2019
Avost al Sambuc - Eventi, cultura e storia al Centro di Documentazione Valle Stura

Anche quest’estate l’Associazione Espaci Occitan di Dronero propone una rassegna di eventi nata dalla collaborazione col Comune di Sambuco e il Centro di Documentazione Valle Stura, con l’obiettivo di valorizzare la storia e la lingua locale e dare nuova linfa e visibilità al Centro di Documentazione, che con le sue collezioni costituisce una risorsa preziosa non solo per il paese che lo ospita, ma per tutta la Valle Stura e il territorio occitano. Gli eventi, tutti a ingresso gratuito, si svolgeranno presso il Centro Documentazione Valle Stura, Via Umberto Primo 50/A a Sambuco.

Si comincia Venerdì 9 agosto alle ore 18 con l’inaugurazione della mostra I trovatori in Piemonte, nata da ricerca realizzata nel 2012 da Rosella Pellerino, Direttore Scientifico di Espaci Occitan e divenuta esposizione permanente presso la sede di Dronero. L’esposizione pone l’attenzione sulla produzione poetica in occitano nel Piemonte del 1200, quando molti celebri trovatori giunsero d’oltralpe a soggiornare nelle principali corti locali: nel Monferrato Raimbaud de Vaqueiras, Peire Vidal e Aimeric de Peguilhan, e nel basso Piemonte presso i signori del Carretto Bernart de Bondeilhs e Peire de la Mula. Anche un piccolo gruppo di nobili piemontesi si dedicò alla composizione in lingua d’òc: tra questi Tommaso II di Savoia, Manfredo I Lancia dei Busca, e i Marchesi di Saluzzo mecenati di Peire Guilhem de Luserna e dei torinesi Nicolet de Turin, Enchantarel e Trufarel. All’inaugurazione seguirà breve conferenza della curatrice e un rinfresco offerto dal Comune.

Negli orari e nel periodo di apertura dell’esposizione sarà altresì possibile visitare, nei locali sottostanti, la mostra permanente Le abbadie della Valle Stura con una ricca documentazione fotografica, costumi e oggetti relativi a questa antica tradizione presente in tutto il territorio occitano alpino e ancora viva a Sambuco e a Festiona di Demonte.
Le due mostre saranno visitabili gratuitamente fino al 31 agosto 2019 venerdì, sabato e domenica in orario 16.30 – 19.30.

Giovedì 22 agosto alle 21 presentazione del volume Valle Stura, Guida a una valle di confine: un affascinante mondo tra due mondi appena edito da Più Eventi Edizioni. Un altro titolo alla collana di testi di turismo culturale ed escursionistico nelle vallate cuneesi dell’editore: uno strumento innovativo, unico e preziosissimo, per scoprire una delle più affascinanti e ricche valli cuneesi. Alla presenza degli autori, con l’aiuto di immagini proiettate, ripercorreremo la valle dalla pianura sino al confine, soffermandoci in particolare sul Comune di Sambuco e sulle sue peculiarità artistiche,
naturalistiche, storiche. Sarà possibile acquistare il volume.

Chiude la rassegna Giovedì 29 agosto alle 21 la serata Made in oc con Rosella Pellerino. Invenzioni e personaggi occitani: grandi nomi come Cèzanne o Agnelli, trovate universali dalla comune radice occitana come Limousine, margarina e Pastis. Conferenza semiseria per grandi e piccoli.

Per informazioni Comune di Sambuco, 0171. 96633 - info@comune.sambuco.cn.it - www.comune.sambuco.cn.it, Espaci Occitan - tel. 0171904075 – segreteria@espaci-occitan.org – www.espaci-occitan.org, Fb @museooccitano, Tw @espacioccitan.
Documenti
  1. Avost al Sambuc - Locandina